Il kart, le origini e il successo

Il bowling: regole e modalità di gioco
16 marzo 2018
Festeggia qui il tuo compleanno
14 settembre 2018
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Diverse notizie affermano che il primo esemplare di kart fu costruito a Los Angeles verso la fine del 1956 da un certo Arthur Ingles, un appassionato che realizza per sè un piccolo veicolo da corsa. In seguito partecipò alla realizzazione ed al successo di alcune vetture per Indianapolis, sfruttò un piccolo motore a 2 tempi per tagliaerba. Durante i primi giri nei parcheggi o sui campi da tennis con questo suo veicolo, destava una grande curiosità tra la gente, incuriosita e interessata ad acquistarlo.

In realtà prima del geniale Ingels, alcuni tentativi furono fatti 10 anni prima, nel 1947, forse anche prima della guerra, ma il  pubblico non era pronto per l’innovazione, le auto da corsa erano costose, il numero dei partecipanti esiguo e il costo dei biglietti delle gare, spesso in aumento; il karting sembrò quindi essere la soluzione a questo problema. Le sensazioni erano molto vicine a quelle da corsa e i costi molto più contenuti.

Si può affermare con buona approssimazione che il kart nacque ufficialmente oltre oceano verso il maggio del 1957.

In Italia, arrivò nei primi anno 60,  sono trascorsi circa 40 anni da quando i primi go-kart iniziarono i loro giri, sulla Pista d’Oro di Roma e sulla Pista Rossa di Milano. Nel tempo naturalmente è stato influenzato dalla tecnologia e quindi  i materiali hanno seguito lo sviluppo e le nuove frontiere imposti dalla scienza metallurgica; le caratteristiche telai sono stati ottimizzati per rispondere sempre meglio alle richieste dei piloti, ma anche di coloro che usano il kart in modo amatoriale; le lavorazioni meccaniche hanno innalzato il livello di precisione; i lubrificanti ed i carburanti hanno migliorato protezione e prestazioni; cerchi e pneumatici si sono allineati al progresso registrato in tutti i campi di applicazione.

Quello che sicuramente ha mantenuto la filosofia dell’essenziale: un nudo telaio in tubi, un motore di una semplicità assoluta, quattro ruote, le posteriori prive di differenziale, assenza quasi totale di qualunque sistema di sospensioni.

La cosa è affascinante, vedere i primi modelli con nostalgia, caratterizzati anche da semplici caschi di guscio di noce, occhiali da “saldatore”, tute quasi del tutto prive di pubblicità e pneumatici molto più alti che larghi. Tanto di cappello a questa invenzione e soprattutto all’arte dell’arrangiarsi dell’epoca. Molto spesso infatti non si riusciva ad avere neanche tutte e quattro le ruote uguali, poiché una proveniva dalla carrozzina per poppanti, un paio erano in origine le posteriori di un triciclo e la quarta magari era appartenuta ad uno scooter. Cinghie, pulegge, tiranti e catene venivano usate per adattare il motore al telaio.

Tutto questo non smorzava certo gli entusiasmi, grandi e piccoli si sentivano dei veri piloti.

Abbiamo detto che il suo paese di origine, sono gli Stati Uniti e quindi, dopo un primo periodo di entusiasmo, di interesse per la novità  per la piccola macchina che ancora non possedeva una precisa definizione, l’attenzione si spostò sulla possibilità di produzione e di commercializzazione. Ancora una volta il sogno americano stava scrivendo una pagina importante nella storia dello sport e non solo di quello nazionale.

Tre imprenditori decisero di chiamare il veicolo go kart, nome originariamente coniato da un fabbricante di lampade a gas d’epoca, e che stava a significare vetturetta per bambini. Furono messi in vendita i primi kart in scatola di montaggio, i quali data l’elevata semplicità, potevano essere assemblati da chiunque, anche con l’ausilio di una sola foto.

Nacquero altre industrie per la produzione di kart però tra i problemi tecnici, i costruttori non stavano curando un aspetto importante come quello della sicurezza. Alcuni si avventuravano in improbabili veicoli a 3 ruote, altri utilizzarono tubi idraulici per il telaio, con conseguenze disastrose per la rigidità del veicolo. Per fare più chiarezza sulla faccenda, nel dicembre del 1957 naque il go kart club of America che creòle regole ed i requisiti per la costruzione dei telai ed i limiti per la cilindrata dei motori. Iniziava ufficialmente l’era del karting.

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *